Focus sui letti contenitori


Letti con contenitore

Negli ultimi anni l’edilizia ha cercato sempre più di massimizzare gli spazi al fine di aumentare il numero di abitazioni e quindi i profitti: dapprima soffitti più bassi (e quindi l’impossibilità di creare dei soppalchi utilissimi per poter riporre oggetti), poi l’eliminazione dei corridoi, spesso spazio in cui vi era un capiente armadio in cui riporrre moltissime cose e infine addirittura l’eliminazione della cucina con vano cucina e soggiorno insieme.
Accanto a questo anche i gusti nel mobilio sono cambiati verso una linea più moderna, meno ingombrante (e quindi meno capiente), minimalista… A questo punto è chiaramente fondamentale sfruttare al massimo ogni possibilità e da qui il boom del letto con vano contenitore.
Ritenere però che questo vano sia utilizzato raramente solo per le cose in eccesso è un errore. Esso quasi con cadenza giornaliera verrà utilizzato ed il suo meccanismo è piuttosto delicato, è bene quindi esser sicuri della qualità dello stesso: una rete (solitamente a doghe) è legata a dei pistoni che a loro volta, in un gioco di leve, sono ancorati alla struttura del letto attraverso delle viti. E’ chiaro pertanto l’importanza e la solidità della struttura.
Quello che conta è chiaramente lo spessore della struttura stessa, ma ancora di più la composizione interna del prodotto, la sua anima.

Un letto con il contenitore anche se esteticamente simile ad uno fisso deve avere dei costi in più. Tali costi sono dati dalla base dove si devono poter riporre le cose, dai pistoni che devono essere di buona qualità al fine di poter durare nel tempo e dalla rete a doghe (nei letti con contenitore è di serie, mentre non è inclusa nel prezzo dei letti fissi).

Struttura in truciolato

Se il vostro unico scopo è quello di acquistare un letto esteticamente carino con contenitore (per poter riporre le cose) e con un prezzo basso vi pentirete della scelta.
Se dovete optare per un prodotto di bassa qualità, è molto meglio, a nostro avviso, che prendiate un letto fisso e mettiate delle scatole sotto al letto, in questo modo vi garantirere la durata del prodotto.

Esistono dei letti in truciolato, prodotti da industrie italiane che possono essere accettati, sono quelli commercializzati da aziende di marca che adoperano un truciolato di qualità migliore (non tutti i truciolati sono uguali), pistoni di buona qualità e buoni spessori della struttura (sono letti che solitamente hanno un costo dai 700 ai 1000 euro).
Qualora invece vogliate essere sicuri di aver fatto un acquisto che duri negli anni senza

Struttura in multistrato

alcun problema di dover spendere due volte per lo stesso, allora orientatevi verso un prodotto con struttura in legno o multistrato (prezzi dai 1000 euro in su). Si tratta di prodotti artigianali (che usano materie prime di altissima qualità) oppure di piccole aziende italiane che sono una via di mezzo tra industria e artigiano e che uniscono estetica a qualità (il punto di forza del nostro made in Italy).
Mentre nel caso in cui siate orientati su un letto imbottito o in legno potrete trovare prodotti con strutura in legno o multistrato, nel caso dei letti in ferro battuto la cosa è molto piu difficile: in questo caso vi consigliamo di orientarvi verso un prodotto di marca (Letti Cosatto o Target, ad esempio, riescono a davi il miglior rapporto qualità prezzo nel mercato. Altre marche come Maggioni, Bontempi, Cantori invece puntano maggiormente sul design del prodotto).