Materassi in lattice: come scegliere


5 Trucchi per scegliere un buon materasso in lattice (stampatevi questo breve prospetto)

1. Prima di tutto assicuratevi che quello che state per acquistare sia veramente un materasso in lattice

In commercio esistono due tipologie di prodotti in lattice molti polimeri che nonostante il nome ricordi la parola lattice hanno poco a che fare con questo materiale…La maggior parte delle volte si tratta di semplice gommapiuma, altre di materiale più tecnologici ma quello che importa principalmente è che non sono assolutamente il prodotto che voi vorreste acquistare…Alcuni nomi di tali prodotti sono novolatex, waterlatex, fiocchi di lattice. Come si fa allora a capire quando realmente il prodotto che cerchiamo è in lattice? Cercate la dicitura lattice 100% (o in inglese 100% latex).

 

2. Ispezioniamo l’interno del nostro materasso

Una volta che ci siamo assicurati della qualità del lattice adoperato ricordiamoci di una cosa molto importante…Noi vogliamo acquistare un materasso in lattice! Pertanto evitate di acquistare prodotti proposti spesso da “commercianti un po furbetti” i quali siano composti a strati…Cosa vuol dire? A volte per far alzare l’altezza del materasso e farne scendere allo stesso tempo il prezzo si mette uno strato centrale compostO da semplice gomma ed a questa vengono poi incollate due strisce (una al di sopra ed una la di sotto) alte 5-6 cm. di lattice. A questo punto avrete pagato un materasso in lattice ad esempio alto 20 cm. e ne avrete ricevuto uno che vale 12 cm…

3. La domanda più importante? Quanto e che lattice compriamo?

Come anticipato nella risposta precedente la quantità di lattice contenuta all’interno del nostro materasso sarà un fattore fondamentale per garantire il giusto sollievo alla nostra schiena…

Ma il trucco dell’incollaggio gomma lattice (esposto nel quesito precedente) non è il solo a poterci indurre in errore…Come al solito torno a ricordarvi che voi intendete acquistare lattice! A questo punto mi sembra banale scrivere che per confrontare un materasso con un altro non dovrete limitarvi a quella che in realtà è l’apparenza (la misura finita del materasso comprensiva del rivestimento) bensì il suo interno (l’altezza della lastra di lattice contenuta al suo interno). E’ questa la parte più importante del materasso che andremo ad acquistare…E’ il lattice che vogliamo comprare! E più sarà alta la lastra di lattice all’interno del nostro materasso più distanziando il nostro corpo dalla rete (o il supporto rigido sottostante) il materasso riuscirà ad assecondare le forme del nostro corpo. Come avrete modo di verificare voi stessi spesso in internet o nei vari punti vendita, quella che vi viene menzionata è l’altezza finita del materasso. Ma vi è una bella differenza tra l’acquistare un materasso ad esempio alto 20 cm con lastra di lattice al suo interno alta 15 o 16 cm (ed il resto formata da imbottitura) ed una materasso con altezza finita similare ma che al suo interno monti una lastra di lattice alta 18 cm…Non è finita…

In commercio infatti nell’ambito dei prodotti in lattice di buona qualità ne troverete due specie. I primi avranno come indicazione la dicitura “lattice 100%”, in tal caso la miscela con cui è stata realizzata la lastra è formata da lattice di origine naturale miscelato a lattice sintetico, i secondi invece, anche se piuttosto costosi e difficili da reperire nel mercato italiano riportano la dicitura “lattice 100% di origine naturale” o “lattice 100% naturale”. Solo in tal caso il lattice acquistato sarà realmente realizzato adoperando esclusivamente lattice di Origine Naturale.

4. A questo punto possiamo concentrarci sull’involucro del nostro materasso: il rivestimento.

Una volta assicurati sulla qualità dell’interno del nostro materasso è giunto il momento di esaminare l’esterno. Il lattice è un prodotto anallergico e senza dubbio la scelta migliore sarà quella di abbinarlo con un tessuto dalle stesse proprietà. Avete mai provato ad indossare una maglia sintetica e poi aver provato nella stessa giornata afosa a sostituirla con una naturale in cotone? Il risultato è ovviamente ben diverso. Un rivestimento naturale sarà quindi fondamentale per una perfetta climatizzazione e traspirazione durante il riposo. La prima cosa a cui è a contatto il vostro corpo è il tessuto del materasso e quindi anche questa parte del prodotto è importante che sia di buona qualità.

Inoltre tra uno sfoderabile ed uno fisso la scelta ricadrà sul primo, molto più igienico e pratico. Quante volte avete voi stessi o visto da parenti adoperare per la pulizia del materasso “il famoso battipanni”. Pensate realmente che basti ciò per rendere igienico il vostro materasso. Magari non sempre, ma periodicamente è buona pratica sfoderare il materasso lavando il suo tessuto di rivestimento. In questo modo starete sicuri che gli “acari” (animaletti tutt’altro che simpatici) non prolifereranno.

5. Buon acquisto…

A questo punto certi che andremo ad acquistare un prodotto in lattice nel quale faremo sonni salutari in ambiente sempre igienico ed salutare non dovremo far altro che visionare il prodotto andando a massimizzare dal punto di vista prezzo- qualità la nostra spesa. Qualsiasi sia la vostra scelta, buon riposo.

Sperando di esservi stati più utili possibile vi porgiamo i nostri più cari saluti,

Offertematerassi.it